Comunicato n.1 del 18.09.2014

Dettagli

 

COMITATO PROVINCIALE DI FROSINONE

SETTORE CALCIO

COMUNICATO UFFICIALE N. 1 DEL 18.09.2014

 

 

MANIFESTAZIONE: SUPERCOPPA

SABATO 20 SETTEMBRE 2014

 

FORMULA DELLA MANIFESTAZIONE SUPERCOPPA 

Squadre partecipanti:

SQUADRA/ASSOCIAZIONE DETENTRICE SUPERCOPPA: MAD PROJECT GROUP (Amici di Mario); 

SQUADRA/ASSOCIAZIONE  VINCENTE COPPA DI LEGA: LA TINAIA

SQUADRA/ASSOCIAZIONE CAMPIONE PROVINCIALE AMATORI: SANTA MARIA A VALOGNO CALCIO;

 

La manifestazione si svolgerà con il sistema del triangolare: le tre gare previste avranno ognuna durata di 40 minuti in unico tempo di giuoco. Non sono previsti eventuali tempi supplementari. Nel caso di parità al termine della singola gara, la procedura per determinare la squadra vincente della gara sarà quella dei tiri di rigore secondo le relative prescrizioni. Alla squadra vincente al termine del tempo regolamentare saranno assegnati tre punti; saranno assegnati due punti alla squadra vincente dopo l'effettuazione dei tiri di rigore; sarà assegnato un punto alla squadra perdente ai tiri di rigore; non sarà assegnato alcun punto alla squadra perdente al termine dei tempi regolamentari.

Al termine delle tre gare previste la squadra che avrà ottenuto il maggior numero di punti sarà proclamata vincitrice della Supercoppa 2014. Si applica l'articolo 7 quarto comma del Regolamento dell'attività. Si precisa che il "miglior punteggio conseguito negli incontri diretti" comprende l'esito degli eventuali tiri di rigore.

 

CALENDARIO DELLE GARE 

 CAMPO CUS ATINA

 

GARA N.1 - ORE 15,00

MAD PROJECT  GROUP - SANTA MARIA VALOGNO CALCIO

 

GARA N.2 - ORE 16,00

LA TINAIA -PERDENTE GARA N. 1

 

GARA N. 3 - ORE 17,00

VINCENTE GARA N. 1 - LA TINAIA

 

------------------------------------------------------------

ORGANIGRAMMA

RESPONSABILE ATTIVITA' E SETTORE ARBITRALE - ROBERTO RAVIELE

GIUDICE SPORTIVO - ERMINIO NERI

RESPONSABILE INIZIATIVE E PROGETTUALITA' E PROCURATORE SPORTIVO - ROBERTA CAPRARO

 

CASSINO, 18.09.2014

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

   
© Roberto Raviele